Le Mamme del borgo Motta Camastra

Motta Camastra un borgo vicino alle Gole dell’Alcantara,  20min di strada da Taormina dove il tempo sembra essersi fermato. In questo ambiente un gruppo di mamme ha messo su un’organizzazione in grado di soddisfare i palati più raffinati con le loro pietanze a base di prodotti tipici locali. 

Le mamme del Borgo questo è il nome che gli hanno attribuito e diverse sono le recensioni e gli articoli di elogio che gli hanno dedicato. Donne con la passione della cucina e forti come la pietra su cui poggia Motta Camastra.

Le simpatiche Mamme.

Organizzatissime riescono a fare ristorazione in luoghi dove molti storcerebbero il naso. Non vi è orario di apertura o chiusura nel senso che si và a braccio. Potreste essere sfortunati e non trovare nessuno oppure aver trovato il giorno giusto che ricorderete per sempre. In ogni caso il viaggio a Motta Camastra non risulterà vano perchè potreste approfittarne per girare questo piccolo borgo in cui ogni angolo odora di antico. Non vi sono monumenti o anfiteatri ma un’atmosfera tipica della sicilia che è stata. Tutto questo a due passi da Taormina

Panoramica di Motta Camastra dall’alto.

Tornando alle cose più serie, il cibo. Siamo stati qui una domenica di Dicembre senza preavviso, le mamme erano organizzate per un pranzo prenotato da altri avventori. Ci hanno accolti ugualmente con l’ospitalità tipica siciliana dell’aggiungere un posto a tavola sempre ed in ogni caso.

Avventori dopo il pranzo.

Ci siamo ritrovati in questa piccola piazzetta, con gli altri, dove si affaccia una piccola casa per la preparazione delle pietanze. L’odore era a dir poco invitante. Minestra fritta con pane fritto, crespelle, arancini, zucca, vino……………………… Naturalmente ogni cosa era locale inclusa l’acqua di sorgente.

Considerate che a Dicembre le mamme del borgo fanno uno strappo alla regola nell’aprire, ma da Aprile in poi per tutta la primavera e l’estate  sono aperti quasi tutti i giorni.

Crispelle fritte. Impasto di sola farina, acqua e lievito.
Zucca, formaggi, arancini e broccoli affogati.
Minestra di campagna fritta con pane anch’esso fritto.
Bottiglia di vino locale, formaggi tra cui ricotta infornata.
Arancini con noci.
Maccheroni casarecci con sugo di maiale. Ricotta salata nella ciotolina.
Zuppa di fagioli con minestra di campagna.
Salsiccia locale alla brace.

 

 

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>