Trappitello è la più grande frazione di Taormina immersa nella natura, ampi spazi, giardini con alberi di arance e limoni.

Come a Taormina anche a Trappitello non potevano mancare le esibizioni per il carnevale che con il 2019 è arrivata alla 7ma edizione e già ci si prepara per l’anno 2010.

Sono stati allestiti carri allegorici in cartapesta di dimensioni maggiori rispetto a Taormina. Uno tra i tanti carri era provvisto di un sistema di sollevamento che faceva innalzare il pupazzo da sdraiato a posizione verticale. Il tutto si è svolto lungo la via Francavilla o SS185 che è stata chiusa al traffico addivenendo un’ampia area di ballo, giochi e scherzi vari.

I carri veri e propri realizzati a Trappitello sono stati due il resto è pervenuto da tutta la valle dell’alcantara ed oltre. Francavilla, Graniti, Gaggi, Calatabiano e Fiumefreddo sono i comuni che hanno partecipato alla manifestazione.

I carri hanno avuto diversi temi:

  • Il primo carro rappresentava un elefante con dietro una divinità indù. I colori erano sgargianti ed allegri;

  • Brasil un grande carro che rappresentava il paese che per del carnevale ne ha fatto un’icona. Sul carro oltre al pappagallo colorato, la statua di Cristo Redento che sovrasta Rio de Janeiro il tutto coreografato da ragazze che ballavano sulle piattaforme;

  • Animali selvatici in gabbia con un grande gorilla seduto tra di esse. Sono stati rappresentati i diversi animali selvatici della giungla con costumi e maschere dai simpatici effetti;

http://www.taobook.it/wp-content/uploads/images/trappitello-taormina-carnevale-2019/trappitello-taormina-carnevale-2019_01.jpg

  • I pirati, un carro con diversi pupazzi di cartapesta rappresentanti i tipici personaggi che potremmo vedere in film come I pirati dei Caraibi o nel corsaro nero. La prima figura è rappresentata dal capitano con la sciabola al vento e tutto intorno scheletri, uomini di fatica ed il gruppo che ballava e cantava;

  • Grease con le sue memorabili canzoni e la spensieratezza di quell’epoca. Qui è rappresentata dalle gigantografie dei due personaggi seguiti da un gruppo di ragazzi vestiti alla moda di quei tempi;

  • I figli dei fiori. Il grande van della volkswagen tipico del movimento hippy  guidato da due pittoreschi personaggi con in mano le “sigarette”. Con abbigliamento tipico del movimento anni 60 il gruppo era sul van a ballare e divertire i passanti;

  • Il carro per i più piccoli con un grande bambino in cartapesta circondato da ciucci e lecca lecca. Il gruppo ben numeroso ballava intorno al carro.

http://www.taobook.it/wp-content/uploads/images/trappitello-taormina-carnevale-2019/trappitello-taormina-carnevale-2019_16.jpg

  • I mostri un carro con un pupazzo di cartapesta, di circa 4m, rappresentante Frankenstein che si alzava dal suo tavolato. Sopra vi erano lupi e altri mostri in una cornice di muri medievali.

http://www.taobook.it/wp-content/uploads/images/trappitello-taormina-carnevale-2019/trappitello-taormina-carnevale-2019_16.jpg

  • Infine Lunapark. Il carro variopinto con giostre e giochi tipici del luna park. Da un grande calderone usciva fuori una grande testa in cartapesta.

http://www.taobook.it/wp-content/uploads/images/trappitello-taormina-carnevale-2019/trappitello-taormina-carnevale-2019_16.jpg

I carri hanno sfilato per circa 1.5km impiegando 5 ore. Durante la sfilata, la presenza della musica ad ogni carro faceva da volano per balli improvvisati e scherzi vari. Coriandoli e stelle filanti volavano da tutte le parti. I bambini, e non solo, correvano avanti ed indietro senza tregua all’insegna del divertimento.

Un ultimo, ma forse il più simpatico, mini gruppo era costituito da un bambino, non troppo, in carrozzina seguito da mamma, papà e fratellino.

http://www.taobook.it/wp-content/uploads/images/trappitello-taormina-carnevale-2019/trappitello-taormina-carnevale-2019_16.jpg