Randazzo

Randazzo sorge su un’antica colata lavica che si è fermata alla base del monte Etna al confine coi Nebrodi. Diverse testimonianze storiche e reperti rinvenuti nelle aree circostanti, fanno risalire il primo insediamento circa nel VI secolo a.c.

randazzo veduta del paese foto taobook

Nei tempi si sono susseguite diverse dominazioni che hanno lasciato il segno nel territorio. Dai greci ai romani dai bizzantini ai normanni, hanno forgiato il carattere dei locali e delle tradizioni paesane sino ad oggi. Secondo ipotesi storiche, la zona era prettamente rurale formata da aree coltivate e distribuite su un territorio più vasto senza impianti difensivi ne concentrazione di uomini in gruppi più numerosi. Nel periodo di invasione da parte dei musulmani, le varie piccole congregazioni per proteggersi dagli stranieri, provenienti dalla costa, si raggrupparono in una zona che, per morfologia del terreno e per la presenza di difese naturali quali le paludi, gli permise di difendersi dagli invasori. Questa zona fù il primo insediamento che portò alla odierna Randazzo. Come tutte le altre città e piccoli centri rurali della Sicilia, anche questa zona fù conquistata dai musulmani. Oggi le testimonianze di tutte le antiche dominazioni che si susseguirono nei secoli, si riscontrano nelle mura cittadine come nelle chiese nonchè nell’impianto viario della città. Un’altro elemento che ha contribuito fortemente nell’aspetto estetico del paese è il monte Etna. Gli edifici come le chiese e le cinta murarire sono tutti costruiti utilizzando blocchi di pietra lavica.

randazzo chiesa foto taobook

Oggi Randazzo è una caratteristica cittadina con un piccolo, ma grazioso, centro storico oltre ad avere una grande tradizione rurale che si rispecchia nei prodotti locali nonchè nelle tradizioni paesane. Tra le tante tradizioni vi è quella del mercato domenicale. Nato in tempi antichi come punto di baratto, oggi rappresentas una attrazione che richiama molte persone dai paesi limitrofi ed è diventato una meta per i turisti alla ricerca di tradizioni. Viene organizzato nella piazza all’ingresso della città e prosegue nelle vie cittadine.

randazzo mercato domenicale foto taobook

Per quanto attiene il patrimonio artistico-monumentale sono degne di nota le chiese sparse nella città, la zona antica, la scalinata dei cappuccini, piazza municipio la via principale del paese dove le persone si ritrovano per la convivialità e l’ingresso di via degli archi.

randazzo via degli archi foto taobook

La città è collegata alle altre attraverso la SS120 che inizia da Giardini Naxos e, prosegundo lungo la valle dell’alcantara prima ed il parco delle Madonie dopo, arriva sino a Terme Vigliatore. Altra importante arteria passante per Randazzo è la SS116 che conduce a Capo D’Orlando attraverso il parco dei Nebrodi. Randazzo è una delle fermate della Circumetnea.